Logo dirsisti
Logo Unitn
 

Servizi audiovisivi e multimedia

 

Servizi audiovisivi e multimedia UAM

U.A.M.  Ufficio Audiovisivi e Multimedia

 

L’attuale denominazione UAM nasce nel novembre 2012 a seguito di una ri-organizzazione generale di personale e strutture nell’ambito dell’Ateneo.

Si è trattato di un accorpamento funzionale di centri che in passato già operavano nel settore audiovisivo e multimediale nel tentativo di mantenere e valorizzare lo staff, responsabile di questi aspetti tecnici sin dal 1984. 

Questa nuova struttura mantiene le precedenti competenze nel campo della produzione e gestione dei servizi audiovisivi e multimediali ed allarga la propria sfera di interesse nell’ambito di tutto l’Ateneo collaborando con gli altri Centri di Servizio.

L'obiettivo - finora raggiunto - è quello di mantenere tutta la catena di lavorazione delle “Produzioni” in qualità Full-HD con uno sguardo anche verso le nuove evoluzioni tecnologiche.

 

Settore Produzione Multimediale

 

La competenza di questo comparto si rivolge a soddisfare le richieste di:

 

  • Progettazione e realizzazione di produzioni multimediali per la ricerca, la didattica e la diffusione dell’informazione.

 

  • Registrazioni di eventi, conferenze, lezioni in aula in sede e interventi in video sia nella struttura di appartenenza che in sedi remote ed esterni.

 

  • Gestione delle produzioni attuali e storiche e loro diffusione in rete.

 

  • Aggiornamento del know-how del personale allo scopo di offrire soluzioni ottimali a coloro che richiedono i servizi e analisi di nuove forme di comunicazione visiva.

 

 

L’attività si articola sostanzialmente in 4 fasi:

 

Pianificazione:

Attività essenziale e delicata nella quale si concordano le richieste del committente con la disponibilità di personale, quantità di tempo e tipologia di attrezzature tecniche che possiamo mettere a disposizione.

Si tratta di capire soprattutto quale contenuto del messaggio è importante evidenziare, quale sarà il target al quale è rivolto, che tipo di qualità minima è necessario ottenere e, non ultimo, quale sarà la modalità di diffusione di quanto prodotto.

 

Progettazione:

Fase dedicata alla raccolta di tutte le informazioni necessarie alle fasi successive, ovvero: la presenza o meno di un testo-guida, una sceneggiatura o uno story board da seguire, la raccolta di eventuali immagini statiche e contributi per la sonorizzazione, gli aspetti non solo creativi ma anche quelli legati al diritto di autore e le autorizzazioni per le riprese. Tutte queste questioni devono essere affrontate ed eventualmente risolte prima delle fasi produttive vere e proprie.

 

Produzione:

Questa parte, molto nota nell’immaginario collettivo, è dedicata alle riprese sia in interni con attrezzature magari già presenti nelle sedi sia in esterni con l’utilizzo di telecamere e set di registrazione audio.

Successivamente le riprese vengono montate in digitale con work station appositamente dedicate. Il sistema di montaggio digitale non lineare permette modifiche continue al prodotto in divenire, l’esportazione di pre-montati in bassa risoluzione permette poi di sottoporre il risultato alla valutazione del committente anche se questo si trova in sedi remote. L’esperienza decennale del personale permette di snellire i tempi di lavorazione e di poter affinare il risultato in funzione delle aspettative del richiedente.

 

La dotazione tecnologica si avvale di:

 

Set riprese in esterni.

Studio di registrazione con sfondo a parete per Croma-Key e set illuminazione.

Apparati dedicati all’acquisizione dei media digitali.

Stazioni di montaggio digitale.

Apparati dedicati alla conversione in digitale di media tecnologicamente superati (videocassette U-Matic, Betacam, VHS, Video8, nastri audio) per recupero dati storici.

 

 

Post-produzione e diffusione:

Non basta solo produrre contenuti audiovisivi: determinante risulta essere trasformarli in contenuti multimediali, ovvero avere la possibilità di diffusione massima possibile del messaggio che vorrebbero veicolare.

A tale scopo quanto realizzato può essere convertito nei formati di diffusione fisici quali il DVD ed il Blu-ray Disc ma anche in formati quali Windows Media, Flash per Youtube o per i più diffusi Social Network, formati specifici per tablet e palmari.

In sinergia con altri comparti dell’Ateneo si cura poi la parte relativa alla “comunicazione di esistenza” del prodotto, la visibilità sui siti istituzionali e nel web in generale è garanzia che il contenuto dell’audiovisivo multimediale raggiunga il massimo degli utenti potenziali ad esso collegati.

 

La dotazione tecnologica si avvale di:

 

Stazioni di elaborazione digitale e post-produzione.

Server dedicati per lo storage e la diffusione in rete

Apparati per la duplicazione e stampa di superficie di CD e DVD.

Destinatari