Logo dirsisti
Logo Unitn
 

Cluster di Polo

 
Informazioni e uso

La disponibilità di grande potenza di calcolo è un fattore fondamentale in molti settori della ricerca scientifica, ed ha un ruolo importante anche in vari settori applicativi. Nati come alternativa ai costosi supercomputer, i cluster, con la loro architettura, permettono di avere potenza di calcolo in modo flessibile, scalabile e soprattutto molto economica.

Immagine cluster

PER COSA SI USA
Tipicamente le simulazioni numeriche richiedono notevoli risorse di calcolo e di memoria e spesso, malgrado la tecnologia evolva rapidamente in questo ambito, un solo computer può non essere sufficiente. Si è allora costretti a semplificare il modello della simulazione in vari modi, a seconda delle limitazioni delle risorse computazionali che si hanno a disposizione. I cluster di computer e la programmazione parallela vengono incontro a queste esigenze e consentono di velocizzare notevolmente quelle simulazioni che richiedono tempi eccessivi su un singolo computer.
Con la programmazione parallela è possibile suddividere un programma in più processi che lavorano su processori differenti e che scambiano dati in cooperazione. Il compito da svolgere sulla macchina parallela viene ripartito tra le varie unità di calcolo, e la comunicazione tra i processori avviene tramite una rete locale. Le diverse unità di calcolo possono quindi scambiarsi reciprocamente dati durante il calcolo, in modo da rendere coerente la simulazione.

IL CLUSTER DI POLO
Nel cluster di Polo, gestito dall'ufficio servizi utente Polo collina, l’insieme dei nodi è dato dai 267 pc, equipaggiati con il sistema operativo Linux e con strumenti standard per la programmazione parallela (la libreria MPI) ed interconnessi alla rete gigabit, presenti nelle aule informatiche del Polo Ferrari aule B106, A201, A202, Studio per un totale di 1068 core, inoltre è possibile sfruttare la capacità elaborativa delle schede grafiche installate per un totale di 13480 core cuda.

CHI PUO' UTILIZZARLO
Docenti, ricercatori, dottorandi, studenti e Pta (personale in possesso delle credenziali di Ateneo con ruolo attivo all'interno della propria struttura di appartenenza)

COME SI ACCEDE
Dopo aver presentato opportuna richiesta presso lo sportello Servizi Utenti del Polo Collina (per le modalità vedi box lato dx), ed aver ottenuto l'autorizzazione, accedere al cluster eseguendo un login tramite ssh al nodo “cluster.science.unitn.it” per l'autenticarsi usare l'account di Ateneo, senza il domino @unitn.it. es:
"ssh nome.utente- at -cluster.science.unitn.it"

ORARI DI UTILIZZO E LIMITAZIONI
I nodi partono in modalità cluster tutti i giorni alle ore 20:00 e vengono disattivati alle ore 7:00 . Durante i week end i calcolatori restano accesi e disponibili per il calcolo dal Venerdì sera ore 20:00 al Lunedì mattina ore 07:00. Attualmente, se non specificato, il walltime è di 1h e la coda batch è configurata con un soft limit di 20 job per utente. Di norma il numero di pc disponibili ogni notte è 20, tuttavia, su richieste specifiche se ne possono usare fini ad un massimo di 267, che, come accennato prima, sono il numero dei pc presenti nelle aule informatiche. la quota di occupazione disco non può superare i 200 Mbyte.

Get Service 

Come contattare lo sportello SU
via email: icts.polocollina [at] unitn.it
richiedendo un ticket